Crocifisso 2018 Vittorini di Nico Speranza

condividi questo articolo su:

Questo bicchiere mi riporta in vacanza, nelle Marche, a Monsanpietro Morico (FM).
 
Conoscere Nico Speranza della cantina Vittorini è stata davvero una bella esperienza.
 
Nico inizia la sua esperienza da viticoltore nel 2008 dopo altre esperienze di lavoro.
Cresce in questa nuova professione nel veronese, nella zona della Valpolicella. Infine decide di trasferirsi nelle colline marchigiane.
 
Nico è un visionario, è un’alchimista. Alcuni dei suoi vini non seguono una “ricetta” standard. In alcune annate, crea delle cuvée con le sue uve e quelle dei suoi amici per dare origine a vini molto buoni. Fa un uso moderato del legno, usa barrique usate.
 
E’ un fermo sostenitore di un’agricoltura rispettosa e poco invasiva, il suo slogan è “Vite di Viti” che riassume il suo attaccamento alla propria terra e ai suoi vigneti.
 
In cantina, grazie a lunghe fermentazioni a bassa temperatura e all’uso ridottissimo di solforosa, ottiene vini sinceri, di grande carattere ma allo stesso tempo eleganti.
 
Il vino che vi presento oggi è Crocifisso 2018 Marche Bianco IGT
Uvaggio: 50% Pecorino e 50% Sangiovese vinificato in bianco. Affinamento in acciaio e in legno , non di primo passaggio.
 
All’esame visivo è giallo paglierino, con riflessi dorati, limpido e abbastanza consistente.
 
Il profumo è deciso, intenso e abbastanza complesso. Sento delle note di frutta matura, come le mele golden stramature o in composta, poi un elegante sentore di miele di millefiori.
 
In bocca il sorso è secco, è caldo (anche se la gradazione alcolica dichiarata è di 12%). È un vino fresco ma soprattutto sapido.
Buona la persistenza, è un vino con una struttura importante.
 
L’abbinamento che preferisco è con carni bianche o pesce al forno. Oppure con un bel tagliere di formaggi di media stagionatura.
 
Cin cin!

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Autore

Elena Pianezzola

Blogger e appassionata del mondo del vino da oltre 10 anni e Sommelier AIS.

Articolo precedente
Rosé Metodo Classico – Gianni Tessari
Articolo successivo
Champagne Bérêche & Fils
TAG :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

leggi anche…

Menu