Champagne L’Identité 2012 Gimonnet Gonet

condividi questo articolo su:

Cosa ho bevuto a Capodanno?

Feste in famiglia con poche bottiglie, ma buone.

Champagne Gimonnet-Gonet di Mesnil sur Oger (nella Còte de Blancs)

L’identité 2012 Grand Cru – Blanc de blanc

100% Chardonnay

Extra brut con dosaggio 4 gr/l 

Sboccatura 10/2019. 

Era un po’ di tempo che aspettavo di poter bere questo Champagne acquistato nel 2020. Vista l’annata molto buona (2012) ho deciso di aspettare qualche anno dopo la sboccatura avvenuta ad ottobre 2019.

L’occhio non delude: bel colore giallo paglierino con riflessi dorati, brillante, le bollicine sono fini, abbastanza numerose e abbastanza persistenti.

Al naso è abbastanza complesso, subito ho sentito note di pan brioche burroso, poi il profumo che mi ha conquistato è quello delle barchette all’albicocca (ve le ricordate?). Le bollicine accarezzano il palato e il sorso è persistente. E’ un vino di buona struttura con una importante acidità. 

Mi è piaciuto molto, ma per essere sincera sono sollevata per aver deciso di aprirlo ora: per me, aspettare ancora lo avrebbe solo penalizzato. 

 

Curiosa e simpatica la frase riportata in retro-etichetta:

“Le Champagne aide à l’émerveillement”, cioè lo Champagne aiuta a meravigliarsi. 

Un modo diverso per ribadire che lo Champagne è l’unico che ha il potere di renderti felice!

Buone bevute amici, cin cin!

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Autore

Elena Pianezzola

Blogger e appassionata del mondo del vino da oltre 10 anni e Sommelier AIS.

Articolo precedente
Champagne Bérêche & Fils
Articolo successivo
ROSATO 2020 Franco Conterno
TAG :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

leggi anche…

Menu